28 Mag 2024

ACLI Terra è lieta di annunciare la terza edizione di "ACLI Terra LAB", un evento straordinario che si terrà il 5 e 6 ottobre 2023 a Talamone (GR). Questa due giorni di conferenze, dibattiti e networking rappresenta una piattaforma unica per esperti, professionisti e appassionati interessati a esplorare i cambiamenti e le opportunità nei settori chiave dell'agroalimentare, della comunicazione, delle imprese, dell’economia e dei finanziamenti europei.

 

Con l'obiettivo di promuovere la condivisione di conoscenze, lo sviluppo di idee innovative e l'ispirazione reciproca, "ACLI Terra LAB" vedrà la partecipazione di relatori di spicco nel campo dell'agricoltura, dell'alimentazione, della comunicazione e degli affari.

 

Tra gli argomenti che saranno discussi:

 

  • Agroalimentare Innovativo: Scoprite le ultime tendenze nell'agricoltura e nell'industria alimentare, con un focus sulla sostenibilità e la sicurezza alimentare.
  • Comunicazione Strategica: Approfondite le strategie di comunicazione vincenti per promuovere prodotti, marchi e progetti nel settore agroalimentare e aziendale.
  • Finanziamenti Europei: Come ottenere finanziamenti e supporto per progetti agricoli ed economici attraverso programmi europei.
  • Design per l'Innovazione: Esplorate il ruolo cruciale del design nell'innovazione produttiva e nella creazione di prodotti di successo.
  • Economia Resiliente: Analisi delle sfide economiche attuali e delle opportunità per le imprese.
  • Imprese Sostenibili: Strategie e best practice per sviluppare imprese sostenibili e responsabili.

 

L'evento sarà anche un'occasione straordinaria per il networking, con opportunità di stabilire connessioni significative con professionisti, esperti e leader di settore.

 

"ACLI Terra LAB" è diventato un appuntamento fondamentale per chi è interessato alla sostenibilità, all'innovazione e alle sfide dell'agroalimentare e delle imprese", ha dichiarato Nicola Tavoletta - Presidente nazionale ACLI Terra. "Siamo entusiasti di offrire un'esperienza unica a tutti i partecipanti, dove possono condividere conoscenze e ispirarsi a creare un futuro migliore per questi settori cruciali".

 

Per partecipare da remoto ad "ACLI Terra LAB", basta collegarsi alla pagina Facebook di ACLI Terra e CAA ACLI. Non perdete l'opportunità di fare parte di questa stimolante conversazione e di contribuire a plasmare il futuro.

 

post_Acli_Terra_-_30.PNGpost_Acli_Terra_-_31.PNGpost_Acli_Terra_-_32.PNGpost_Acli_Terra_-_33.PNGpost_Acli_Terra_-_34.PNG

È stata una settimana tutta dedicata all'attività formativa e di informazione-confronto tra istituzioni e realtà associative e produttive, quella organizzata da Acli Terra nazionale a partire da lunedì 10 luglio, con una rilevante presenza di ospiti istituzionali, dirigenti aclisti, esperti e produttori del settore agroalimentare, operatori e pubblico.

  

ln primis, 'Un fiume di miele', evento interamente dedicato all'apicoltura, che a Fiumicino, nei pressi della Capitale, ha visto a confronto sui temi della promozione e della tutela in chiave innovativa e tecnologica del mondo rurale, il Presidente nazionale Acli Terra, Nicola Tavoletta, e tutto il gruppo dirigente ai diversi livelli, il Presidente nazionale delle Acli, Emiliano Manfredonia, il Sottosegretario all’Agricoltura, Sovranità alimentare e Foreste, Luigi D'Eramo il Presidente Agci - Agrital, Giampaolo Buonfiglio.

Ma sono intervenuti anche, tra dibattiti e degustazioni delle qualificate produzioni dai territori d’Italia, gli chef Gabriella Oliveri e Emanuele Federici, presentati dalla giornalista Virginia Saba.

 

Il Sottosegretario D'Eramo, con delega anche all'apicoltura, ha sottolineato l'impegno del Masaf: "Il miele italiano è una delle eccellenze italiane, con una presenza rilevante sui mercati nazionale e internazionale. Per questa filiera strategica, importante per la salvaguardia della biodiversità, dal ministero non solo affermazioni di principio, ma provvedimenti concreti. Infatti, quest'anno siamo passati da 9 a 17 milioni di euro per l'apicoltura". 

 

In precedenza, a Roma, alla sede italiana del Parlamento europeo, una nuova giornata formativa invece dedicata al percorso di elaborazione, implementazione e varo di una Direttiva europea ideal-tipo nel settore agricolo e per la salvaguardia ambientale, con la simulazione pratica di tutto l'iter contenutistico-legislativo del provvedimento. Qui i partecipanti hanno, poi, assistito al seminario di Vanni Resta, presidente Fondazione Manlio Resta e docente dei Master in Europrogettazione presso l'Università di Roma - La Sapienza e di Giampaolo Buonfiglio come Vicepresidente del Medac - Mediterranean Advisory Council.

 

Per il Presidente Acli Terra, Nicola Tavoletta "Anche questi appuntamenti di luglio rappresentano un ulteriore tassello della complessiva strategia della nostra associazione professionale per mettere la questione terra e acque - il nostro mondo rurale, zootecnico e delle marinerie - al centro del dibattito pubblico. 

 

E questo, soprattutto, con il nostro punto di vista e professionalità, spingendo e sollecitando una sempre più consapevole ed efficace politica agricola a tutti i livelli, oltre a una massima semplificazione burocratica per un comparto essenziale e peculiare del Paese, per storia, cultura, operosità e innovazione. La definizione, ora anche in chiave legislativa, dell'"agricoltore custode dell'ambiente" da sempre sostenuta da Acli Terra, va in questo senso. 

 

Anche l'assegnazione all'Italia dei 60 milioni di euro dei fondi di riserva di crisi della Pac, la Politica agricola comunitaria, per i colpiti dalle alluvioni e la questione di più coerenti disposizioni ambientali, ma non afflittive per il settore agroalimentare del Green Deal Ue, sono da noi apprezzate. Ma queste devono indirizzarsi a una sempre maggiore efficacia, sburocratizzazione e prospettive di reale sviluppo umano, sociale e lavorativo, e dignità reale del lavoro delle persone anche nelle campagne, come ha, tra l'altro, sottolineato il nostro  Presidente nazionale delle Acli, Emiliano Manfredonia", ha concluso Tavoletta.

Nel quadro della formazione continua interna, ma aperta al pubblico interessato, Acli Terra nazionale organizza nella Capitale il prossimo lunedì 10 luglio 2023, presso il Centro Europa Experience 'David Sassoli' - rappresentanza in Italia del Parlamento Ue, in piazza Venezia 6, un pomeriggio seminariale innovativo.

Focus, a partire dalle 15.30, sarà tutto il percorso di elaborazione, implementazione e varo di una Direttiva europea ideal-tipo nel settore agricolo.

I partecipanti al seminario, istruiti, guidati e sollecitati dagli esperti, saranno quindi direttamente protagonisti, con la simulazione pratica di tutto l'iter contenutistico-legislativo del provvedimento.

Il pomeriggio seminariale vedrà un panel con il professor Vanni Resta, presidente della Fondazione Manlio Resta, docente dei Master in Europrogettazione presso l'Università di Roma - La Sapienza; Giampaolo Buonfiglio, vicepresidente Medac - Mediterranean Advisory Council e Nicola Tavoletta, Presidente nazionale di Acli Terra, l’associazione professionale aclista che tutela e rappresenta i lavoratori e gli operatori del mondo agricolo, della zootecnia e delle marinerie.

Sarà anche presente una delegazione di Acli Terra Lazio, con il Presidente regionale Massimo De Simoni, il segretario Matteo La Torre, i dirigenti territoriali Antonio Fargnoli, Claudio Piccioli e Serena Castellano.

ACLI Terra, in collaborazione con il CAA ACLI e Valori in Campo, è lieta di annunciare il seminario online dal titolo "FEAMPA, per le acque interne, incubatoi e specie aliene", che si terrà il 27 maggio dalle 16:30. L'evento sarà trasmesso in diretta Skype da Castiglione del Lago (PG) e sarà aperto al pubblico interessato.

 

Il FEAMPA, acronimo di "Fondo Europeo per l'Acquisto delle Migliorie Prodotte in Ambito Acquatico", è un'iniziativa volta a promuovere la conservazione delle acque interne e a contrastare l'incursione delle specie aliene negli ecosistemi acquatici.

Le acque interne, come fiumi, laghi, stagni e paludi, svolgono un ruolo fondamentale per la biodiversità e per il benessere degli ecosistemi. Questi habitat acquatici ospitano una grande varietà di specie vegetali e animali, contribuendo alla produzione di ossigeno, all'assorbimento di sostanze inquinanti e al mantenimento di equilibri ecologici.

Tuttavia, le acque interne sono soggette a diverse minacce, tra cui l'introduzione di specie aliene. Le specie aliene sono organismi che vengono introdotti in un ecosistema diverso da quello di origine, spesso a causa dell'attività umana. Queste specie possono avere un impatto negativo sull'equilibrio ecologico delle acque interne, competendo con le specie native per risorse quali cibo e spazio, preda su altre specie, alterando la qualità dell'acqua o diffondendo malattie.

 

Il seminario "FEAMPA, per le acque interne, incubatoi e specie aliene" si propone di approfondire proprio queste tematiche, offrendo uno spazio di discussione e condivisione di conoscenze tra esperti e partecipanti.

 

Durante l'evento, i biologi Claudio Brinati e Alberto Felici forniranno un'analisi approfondita sulle caratteristiche delle acque interne come incubatoi naturali per la vita acquatica, evidenziando l'importanza di preservare tali ambienti per la sopravvivenza delle specie autoctone.

Inoltre, il seminario affronterà il tema delle specie aliene e delle strategie per gestire e prevenire la loro diffusione. Gli esperti illustreranno gli effetti negativi che le specie aliene possono avere sugli ecosistemi acquatici, mettendo in luce l'importanza della prevenzione, del monitoraggio e delle azioni di controllo per limitarne l'espansione e preservare l'integrità degli habitat acquatici.

La partecipazione del Presidente nazionale ACLI Terra, Nicola Tavoletta, sottolinea l'impegno dell'organizzazione nella promozione di pratiche sostenibili e nella difesa dell'ambiente. La collaborazione tra ACLI Terra, il CAA ACLI e Valori in Campo testimonia l'importanza dell'unione di sforzi e competenze per affrontare le sfide ambientali attuali.

Il seminario sarà moderato dal giornalista Francesco Vitale

 

L’evento rappresenta un'opportunità unica di confronto e scambio di idee, in cui gli esperti, insieme al pubblico online, potranno analizzare le sfide attuali e discutere possibili soluzioni.

 

Per partecipare al seminario online, è necessario accedere al seguente link:https://join.skype.com/Oacqi4mVZdvU

La partecipazione di ACLI TERRA al Salone Internazionale del libro di Torino per ACLI TERRA sta diventando un appuntamento fisso per l'attuale Presidenza nazionale per una scelta qualificante ed identitaria.

Il Presidente nazionale, Nicola Tavoletta, infatti, ha partecipato anche a questa edizione 2023 alle presentazioni dei libri di tre autori, già ospiti a recenti eventi nazionali associativi: Mauro Giorgini, Mauro Grimaldi e Virginia Saba.

Proprio a margine di uno di questi appuntamenti al Lingotto, il Presidente Tavoletta, confrontandosi con autori e case editrici, spesso coinvolti negli eventi dell'Associazione professionale agricola delle ACLI, ha annunciato la Campagna nazionale "Colture&Culture".

Già nei mesi scorsi in numerosi appuntamenti questo slogan è comparso nei diversi confronti pubblici associativi: ad esempio, appuntamenti di assoluto rilevo quali gli "ACLI TERRA LAB" a Bologna e a Roma, i seminari online, o come l'ultimo incontro in ordine cronologico sul grande Totò, "Tra arte e gusto", fino all'approfondimento storico-rurale di Lamezia Terme e quello ad Apice nel Sannio.

Tanti, infatti, sono stati gli artisti e gli intellettuali che hanno animato culturalmente il dibattito interno ed esterno promosso da ACLI TERRA.

Ora, questa campagna sarà all'ordine del giorno della prossima riunione della Presidenza nazionale di ACLI TERRA a Pesaro, venerdì 8 giugno 2023, per lanciarla in tutte le province, in collaborazione con il nostro giornale sociale www.valoriincampo.net.

A Pesaro sarà, altresì, svelato anche il logo ad hoc della campagna nazionale "Colture&Culture".

Pagina 1 di 6